Ginnastica, movimento e terza età

Ginnastica, movimento e terza età

L’esercizio fisico rallenta il processo di invecchiamento e lo rende meno problematico. Su questo sono concordi le numerose ricerche svolte negli ultimi anni, giunte a dimostrare in maniera univoca i molteplici benefici di una vita attiva sul nostro organismo nel suo complesso.

Non solo: sappiamo che i miglioramenti legati all’allenamento si riscontrano negli anziani nella stessa misura di quanto si osserva nei giovani. E che l’incidenza di molte malattie è maggiore nei soggetti sedentari. Tutti, a qualsiasi età, traggono vantaggio da un’attività fisica moderata e regolare, e questo è vero sia in termini di salute che di benessere generale.

A trarne beneficio sono gli apparati circolatorio e respiratorio, i sistemi scheletrico e nervoso. Ma c’è anche un importante aspetto psicologico da tenere in considerazione: perché praticare sport significa cogliere un’occasione di socializzazione e divertimento. Non solo, consente una maggiore autonomia e fiducia in sé stessi, migliorando così l’umore e la qualità della vita. Elementi tanto più importanti superata una certa età, quando la perdita di autosufficienza e le minori opportunità di svago possono avere come conseguenza la depressione cronica.

I benefici della ginnastica per anziani

E possibile in generale praticare numerosi tipi di attività sportiva, sotto il controllo del medico, sempre in maniera costante e con sforzi moderati.
Tra le soluzioni ideali e meno impegnative, i “classici” 30 minuti di camminata al giorno rappresentano un ottimo allenamento per l’apparato cardio-respiratorio. Camminare aumenta inoltre la densità ossea e la resistenza, favorisce il ritorno venoso e tonifica la muscolatura.

La ginnastica in acqua è un’altra attività particolarmente indicata dopo i 60 anni in quanto viene eseguita senza carichi ed è adatta anche a coloro che soffrono di problemi di schiena o articolari. La resistenza dell’acqua rende questo tipo di allenamento molto efficace nella tonificazione dei muscoli. Grazie all’idromassaggio che si crea muovendosi in acqua viene stimolata la circolazione venosa e favorito il ritorno del sangue verso il cuore.
Leggi anche: Tutti i benefici della ginnastica in acqua

Per potenziare la respirazione, che spesso diventa affannosa con l’avanzare dell’età, è molto indicata la pratica del pilates, che comporta un suo controllo costante durante lo svolgimento delle sequenze di movimenti. Garantisce anche la tonificazione muscolare e favorisce l’elasticità.

Così anche lo stretching, ideale per ritrovare mobilità e flessibilità, migliorare circolazione e postura, e alleviare lo stress e la tensione accumulata nel corpo.

Forse con sorpresa scoprirete che anche il tennistavolo regala innumerevoli benefici, anche e specialmente in età avanzata. Comporta, infatti, uno sforzo cardio-vascolare in cui si alternano il metabolismo aerobico e quello anaerobico, importante per migliorare forza, velocità, resistenza e coordinazione. Giova al cervello, migliorando vigilanza, equilibrio e concentrazione, tanto da essere considerato uno sport anti-neuodegenerativo.

Appuntamento a SBIM – Sport, Benessere in Movimento

Queste tematiche saranno affrontate e approfondite a SBIM – Sport, Benessere in Movimento, il 25 e 26 Settembre a Torino. Oltre a un interessante convegno medico-scientifico, ci sarà la possibilità di provare attivamente numerose discipline, avvalendosi della consulenza di esperti per l’orientamento verso l’attività più adeguata.

L’evento si distingue per l’essere dedicato a tutte le fasce di età – dai bambini agli anziani – in maniera trasversale. Non solo sport, ma anche alimentazione, Yoga, benessere e molto altro. Fab sarà presente, in qualità di promotore, nell’Area Prevenzione dove saranno effettuate visite gratuite sul “Camper per la Salute”. Vi aspettiamo!

Share on LinkedIn0Tweet about this on TwitterShare on Facebook0